Biografia

 

 

BOXEDGE (pseudonimo di Alessandro Bemporad) è un compositore, musicista, paroliere e produttore fiorentino. I suoi progetti spaziano dalla musica elettronica sperimentale ed ambientale, fino alla dance elettronica contemporanea.

BOXEDGE ha da sempre due grandi passioni: la musica e la tecnologia.

I primi contatti con la musica arrivano da bambino, nei primi anni ’70. BOXEDGE cresce ascoltando Elton John, David Bowie, Deep Purple, Led Zeppelin, Genesis, Yes, EL&P, e tutti i grandi della musica rock e pop di quell’epoca. Studia chitarra e pianoforte, sognando di diventare un giorno come uno di loro.

Nello stesso periodo, BOXEDGE si innamora della tecnologia, che in quegli anni lontani era un misto di magia e di fantascienza. Impara a sviluppare il software sui primi microcomputer, e passa le notti immerso nei videogame e nei libri di Isaac Asimov.

Negli anni ’80 BOXEDGE vive da protagonista le notti dark e gothic della sua città. Fonda e milita in due band synth-pop: prima i Leftoright e poi i Boxedge (band dalla quale, per una sorta di tributo spirituale, ha poi ereditato il nome).

Nei 25 anni successivi, la vita porta però BOXEDGE lontano dalla musica, immergendolo completamente nella tecnologia. Lavora per molti anni come software engineer, e poi come technical manager, in importanti aziende di Information Technology.

Già che c’era, BOXEDGE prende anche una laurea in Filosofia Teoretica, sperando (inutilmente) che potesse servirgli a capire il senso della vita.

Nel 2014 BOXEDGE sente però sempre più forte il richiamo della musica, che non lo aveva mai veramente abbandonato. Decide così di cambiare vita, e di unire finalmente le sue due passioni di sempre: la musica e la tecnologia.

Torna a scrivere testi e musica pop, a realizzare cover di canzoni che ha amato in passato, ed a comporre musica elettronica.

Dal 2014 al 2017 BOXEDGE è il produttore di Neena, una cantante fiorentina, realizzando per lei un album – “Red Lips” – ed una serie di singoli ed EP di musica dance elettronica, blues e gospel. BOXEDGE firma anche una serie di brani originali, interpretati da Neena: “Portami Via”, “Down”, “Reggaeton”, “Walking in the Rain”, “The Mirror”, “At Night”, ed “Everytime”. Realizza anche numerose cover di brani che amava negli anni ’70 ed ’80, rivisitati però in chiave elettronica contemporanea.

Nel 2015 BOXEDGE compone e produce un proprio album – “PZ.SPACE” – ed alcuni singoli ed EP di musica elettronica. Nasce in questo periodo anche un progetto di visual-art, una fusione di musica elettronica ed arte contemporanea, assieme all’artista PZARTIST.

Nel 2017 BOXEDGE produce un singolo per la cantante fiorentina Sophia Ressel, una rivisitazione in chiave deep house di “Upside Down” di Diana Ross.

Nel 2017 BOXEDGE avvia un nuovo progetto musicale, assieme alla soprano ucraina Maryana Bodnar, che unisce musica elettronica e lirica. I due singoli “Invocation” e “Under The Moon”, firmati e prodotti da BOXEDGE, sono il primo atto di questo progetto congiunto.

Nel 2018 BOXEDGE avvia un nuovo progetto musicale synthpop e darkwave elettronico assieme alla cantante e songwriter Sarah Braxton, di cui è anche produttore artistico. Il singolo “Saturday Night”, firmato e prodotto da BOXEDGE, è il primo atto di questo progetto congiunto.